EVENTI

NON SOLO PALIO

L’associazione Amici di Suvereto allestisce anche altri eventi oltre al Palio delle Botti che, indubbiamente, rappresenta l’impegno più importante con le sue due edizioni annuali, quella di primavera con data variabile (fra l’ultima domenica di aprile e la prima di maggio) dedicata al patrono locale S.Croce, quella del 13 agosto per i turisti della Costa Etrusca. In questo nostro sito troverete tutte le notizie delle passate edizioni e i programmi di quelle prossime.  Ma l’attività dell’associazione ha maturato tanti altri eventi nei settori culturali, del turismo, dell’arte e anche  della gastronomia. I prossimi appuntamenti saranno puntualmente su queste pagine, mentre ve ne ricordiamo alcuni degli anni passati che potrebbero tornare in futuro.

Le stesse edizioni del Palio sono state arricchite fin dal 1984 con concerti nel Chiostro o in San Giusto, ma già l’anno dopo arrivarono il Torneo di Tennis intitolato a Stefano Franceschini, un giovane locale prematuramente scomparso in un incidente di moto e il “Maggiolino d’Oro” una rassegna di canzoni per bambini che ebbe un grande successo. Realizzata al Cinema Torrione riprese una analoga iniziativa di fine anni sessanta della Pro loco che aveva ospitato il celebre Mago Zurlì, Cino Tortorella, e che presentò anche una sfilata di moda, la prima del genere a Suvereto. Sempre nello stesso anno si tenne la prima “Disfida dei Castelli” con gare di tiro con l’arco fra castelli toscani che ebbe un seguito anche i due anni successivi. Oggi una simile iniziativa è della Compagnia Arcieri Aquila Nera.  Nel 1986 fu apposta una formella in terracotta nel Chiostro a ricordo di Arrigo VII e nel parco degli ulivi fu allestito il “Pentatlon del Boscaiolo”, una originale gara di abilità con le motoseghe di una famosa marca. Tra l’altro furono ospitate anche alcune compagnie artistiche con commedie musicali, tra queste “Aggiungi un posto a tavola” in piazza Vittorio Veneto, e il Coro del “Maggiolino fu chiamato ad esibirsi anche in altre località, oltre al Concerto di Natale. Nel 1989 torna anche la Festa a Belvedere con musica e gastronomia nella panoramica frazioncina di Suvereto e successivamente venne allestita anche alla Rocca e a Montioni.   Nel 1992 l’associazione promosse la scuola per formare una Compagnia Sbandieratori dandogli il nome del patrono S.Croce  –  come per il Palio – con esordio alla sagra di dicembre. L’anno successivo gli sbandieratori effettuarono 13 trasferte fuori Suvereto e nel 1994 ben 16, nell’anno della nascita della Corsa delle Botti al posto di quella a cavallo troppo pericolosa. Poi la Compagnia Sbandieratori divenne un organismo a se stante, pur partecipando al Palio.

Parlando del “Premio Don Angelo Biondi” si ricorda la stessa figura dell’arciprete che visse 40 anni a Suvereto e al quale il comune ha dedicato una piazza come protagonista della Resistenza con molte medaglie al valor militare. Il premio fu assegnato alla memoria di Giuliano Niccolucci, per tanti anni presidente della Pro Loco,  e del nostro presidente Luigi Giannecchini fondatore anche della Società Polisportiva Suvereto, l’Ente Valorizzazione Suvereto e consigliere comunale per 25 anni, oltre che autore di un libro di ricerche storiche stampato postumo nel 2004.  Nel 2000 ci fu un Palio straordinario del Giubileo, allestito insieme all’EVS Pro Loco e nel 2001 la nostra associazione insieme al comune ricordò l’ottavo centenario della concessione della Charta Libertatis a Suvereto nel lontano 1201, con una serie di conferenze, giornate di studio e rievocazioni, oltre all’esposizione della pergamena originale su concessione dell’archivio di stato di Siena. Nel 2005 e 2006 un altro ritorno: il premio di poesia “Il Ghibellino” con tanti autori da ogni parte d’Italia. Un altro premio è quello del “Cucchiaio d’Argento” (una tradizione ritrovata negli antichi Statuti locali) che premia chi si è distinto in iniziative ed opere importanti per Suvereto.

Tra gli eventi abbiamo inserito anche iniziative cui abbiamo collaborato con l’ EVS stesso, ed ecco la prima opera lirica allestita a Suvereto nel 2007, il ritorno della originale mitica Fiat 509 del Gambassini del collezionista di Bergamo, ed anche alcune immagini delle riprese a Suvereto del grande regista Virzì su Napoleone.

nsp (18)
« 2 di 18 »